Quasi dieci milioni di euro di finanziamenti regionali per cambiare il volto del centro cittadino, intervenire su strade, piazze e mobilità. E ancora rifare palazzi storici e mettere in sicurezza fossi e canali. Roba da libro dei sogni, sicuramente. Ma se anche solo la metà dei progetti dovesse andare in porto, il Comune di Itri porterebbe a casa un risultato eccellente. Nella riunione del 23 giugno scorso la giunta del sindaco Antonio Fargiorgio, al gran completo per l'occasione, ha visionato e approvato un faldone di carte con quindici progetti dall'importo che varia dai 60mila euro a più di tre milioni. Uno dopo l'altro, l'esecutivo ha dato l'ok ai piani da trasmettere agli uffici della Regione Lazio. Il Comune ha quindi attivato le pratiche finalizzate a chiedere un finanziamento.
Con la spinta del delegato ai Lavori pubblici Salvatore Ciccone, l'amministrazione comunale ha puntato su obiettivi prestabiliti. Una mossa che, al di là del favore o meno della Regione, potrebbe comunque tornare utile perché intanto il Comune si è dotato di progetti con relativi quadri economici. E se dovesse andare male con la Regione oggi, non è detto che un domani gli elaborati non possano tornare utili per intercettare altri tipi di finanziamento.
Ma andiamo nel dettaglio. Il progetto più costoso riguarda la realizzazione di un parcheggio multipiano con relativi servizi nell'area di Padre Pio, nel centro storico. La spesa prevista è di 3,2 milioni. Meno impegnativo dal punto di vista economico, ma considerato strategico dalla giunta, il pacchetto di interventi sulla viabilità. L'ente ha suddiviso i singoli lavori per agevolare l'accesso ai contributi. Per realizzare una pista ciclabile nel centro storico si pensa di spendere 272mila euro; circa il doppio (514mila euro) per la riqualificazione di Corso Appio Claudio. Quasi stesso importo – 485mila euro - per il risanamento di via 8 marzo e 460mila euro per il restyling di piazza Umberto I e piazza Incoronazione.
C'è poi il capitolo edilizia. In primo piano quella scolastica con 764mila euro per lavori di messa in sicurezza dei plessi scolastici dell'istituto comprensivo di via della Repubblica. Progetto da quasi mezzo milione, poi, per la ristrutturazione del convento dei Padri Passionisti e 157mila euro per la casa comunale. Infine 60mila euro sono previsti per piccoli miglioramenti agli impianti sportivi del paese.