La caduta di una palazzina a Napoli - seppure si tratti di un caso molto diverso da quello locale - ha fatto riaccendere le riflessioni in merito alla vicenda del palazzo di via Gorizia a Nettuno, pericolante da tempo e causa di disagi infiniti per i residenti e per la popolazione tutta, costretta a fare i conti con una viabilità bloccata in una zona piuttosto centrale della città.
La palazzina a rischio crollo che ha letteralmente "messo in croce" un intero quartiere e molti commercianti, paralizzando la viabilità del centro cittadino, non fa dormire sonni tranquilli ai residenti della zona e crea allarme ai molti che lì vicino ci lavorano.
Ma ci sono buone notizie, sul fronte dei lavori che l'amministrazione comunale di Nettuno sta progettando da tempo e che sembrano ormai in dirittura di arrivo.
Durante la conferenza stampa per il bilancio di un anno di amministrazione a Cinque Stelle, l'assessore ai Lavori pubblici Guido Fiorillo, particolarmente agguerrito sulla vicenda che sta trattando anche dal punto di vista legale, ha annunciato che la gara per l'abbattimento è in corso di pubblicazione e che il Comune ha trovato i fondi per i lavori.
Il costo della demolizione degli ultimi due piani ammonta a circa 400mila euro e a breve si procederà con gli atti esecutivi.
Chiaramente, poi il Comune presenterà il conto ai proprietari della porzione abbattuta per recuperare le spese.