"La Signora del Vento" è un bene della città di Gaeta, teniamocela stretta! Non ha usato mezzi termini il Dirigente Scolastico il Prof. Salvatore Di Tucci, nel corso di una cerimonia di presentazione della nave scuola proprietà dell'I.I.S.S. Nautico "G. Caboto" di Gaeta, agli operatori ed imprenditori del settore nautico, dello shipping e turistico del territorio.

A fare gli onori di "casa" il Comandante Bencini che ha dato il benvenuto a bordo della "Signora del vento", mentre l'Arcivescovo di Gaeta Mons. Luigi Vari ha impartito la benedizione all'equipaggio e ai presenti, invocando la protezione della Vergine Maria su coloro che solcheranno i mari a bordo del veliero.

Tutto l'entusiasmo per questo importante traguardo è emerso poi nel corso dell'intervento del Preside Di Tucci il quale alla presenza delle autorità civili, militari e religiose ha voluto presentare alla "città" le potenzialità formative della nave scuola.

"Dopo i lavori di rimodernamento di questo meraviglioso veliero, abbiamo deciso di presentare nel miglior modo possibile alla città di Gaeta la Signora del Vento, una risorsa importantissima per la nostra collettività". Il Preside Di Tucci che a stento tratteneva la gioia e l'emozione, nel corso del suo intervento ha poi sottolineato l'alto valore formativo "i nostri ragazzi potranno davvero vivere la vita di bordo, imparando e crescendo anche come uomini e donne, futuri ufficiali della marina mercantile italiana". L'alternanza scuola/lavoro, come previsto dal MIUR è infatti un obbligo di legge a cui gli istituti secondari di II grado non possono sottrarsi, "poter disporre di questa risorsa finalizzata alla formazione dei nostri studenti è un altro traguardo della nostra scuola, l'unica in Italia ad avere una nave-scuola di proprietà".

Donata dal gruppo Ulive-Rocchetta-Brio Blu al Nautico di Gaeta, la "Signora del Vento" dopo interventi di adeguamento per scopi formativi è pronta a solcare il mare. A bordo infatti sono previsti specifici laboratori per la preparazione e formazione degli studenti grazie ai fondi erogati dal Progetto per la realizzazione dei "Laboratori Territoriali per l'Occupabilità" all' Istituto Caboto.

Il Direttore dell'Azienda Speciale, il Prof. Erasmo Coccoluto nel corso del suo intervento ha fatto rivivere tutto il percorso che si è concluso positivamente con la donazione della nave-scuola all'Istituto. "Non è stato facile – ha commentato Coccoluto – ma alla fine ci siamo riusciti grazie alla determinazione del nostro Preside e alla donazione della Società del gruppo Uliveto-Rocchetto-Brio Blu". Coccoluto ha inoltre voluto ricordare il compianto Prof. Franco Trapani, "se oggi possiamo disporre di questa unità navale è anche merito suo".

"La nave-scuola – ha aggiunto in conclusione il Preside Di Tucci – è a servizio del territorio e soprattutto degli studenti, non solo del Nautico". "Una risorsa importante che dobbiamo tenerci stretta" ha poi ribadito il Preside Di Tucci a conclusione di una cerimonia che è stata, seppur indirettamente un passaggio simbolico di consegne tra lui e il neo Dirigente la Prof.ssa Mariarosa Valente presente a bordo, insieme all'ex Dirigente il Prof. Troisi e al Dirigente Scolastico la Prof.ssa Lidia Cardi.

Il Preside Di Tucci in questi 8 anni di dirigenza ha infatti contribuito a far crescere il Nautico, lasciando un segno indelebile, rafforzandolo di "contenuti" e proiettandolo verso un futuro che sarà ricco di altrettante soddisfazioni e gratificazioni per coloro che sono i veri "protagonisti" di questa realtà scolastica, ossia gli studenti.

La presenza de "La Signora del Vento" ormeggiata alla banchina "Caboto" è poi un valore aggiunto di un centro storico incantevole, "custode" di un Patrimonio Culturale di inestimabile valore artistico, architettonico e religioso. Insomma un bel "quadro" con una bellissima "cornice".

La Signora del Vento, caratteristiche.

Veliero in acciaio a tre Alberi con doppio sistema di propulsione ed una superficie velica di oltre 3000 metri quadrati, la Signora del Vento nasce in Polonia nel 1962 e per circa 30 anni ha operato nei mari baltici. La Polena della Signora del Vento è un'opera d'arte realizzata dai famosi artisti Birgit e Claus Hartmann. Lunga 85 metri, può ospitare fino a 200 persone in navigazione. Dispone di 25 cabine, di cui 22 doppie, 3 triple di cui una può diventare quadrupla che possono accogliere fino a 54 ospiti.