Non sono solo i Comuni ad approvare, contestualmente al bilancio di previsione, il Piano triennale delle opere pubbliche. Anche la Comunità montana dei monti Lepini e Ausoni, infatti, ha recentemente approvato il prospetto che racchiude le varie iniziative che l'ente intende realizzare fra il 2017 e il 2019.
Un piano che, nelle intenzioni del presidente Onorato Nardacci, vedrà uno stanziamento - nel triennio - di 2.379.937 euro.
Quest'anno, stando al piano, è in programma l'investimento maggiore: per le varie opere inserite nel prospetto, dovrebbe essere speso oltre un milione di euro, per la precisione 1.079.937. Di questi, 60mila serviranno per la realizzazione della Progettazione integrata territoriale relativa al Programma di sviluppo rurale 2007-2013; altri 270mila, invece, saranno investiti per un intervento di qualificazione urbana (ai quali se ne aggiungeranno 50mila nel 2019), mentre 595mila verranno stanziati per dei lavori utili al risparmio energetico nei fabbricati comunitari, in special modo quelli che ospitano le scuole medie. Per realizzare nuove piste ciclabili, la Comunità montana investirà 154.937 euro, a cui se ne aggiungeranno altri 10mila nel 2019.
Nel 2018 e nel 2019, poi, l'ente montano investirà consistenti somme per un intervento di recupero del fabbricato di Roccagorga adibito al servizio antincendio: al suo interno verrà rilocalizzato un centro di formazione professionale per l'ambiente. In totale, nel giro di un paio d'anni, dovrebbero essere spesi - per questa iniziativa - 200mila euro. Sempre l'anno prossimo, 450mila euro dovrebbero essere investiti per il riordino di un'area sportiva, al fine di realizzare un campo da calcio nuovo di zecca.
Ultimo intervento, ma non per ordine di importanza, è quello che riguarda il recupero di alcuni antichi fabbricati nei centri storici dei paesi lepini e ausoni, ma anche dei siti archeologici a loro circostanti: si tratta di opere inserite nell'ambito della Progettazione integrata territoriale 2014-2020 che, nel biennio 2018-2019, vedrà uno stanziamento di 590.000 euro.