Da 25 anni era inabissato nelle acque del mare di San Felice Circeo. Stamattina la statua del Cristo, diventata un'attrattiva per i subacquei, è riemersa. E' stata prelevata per effettuare una serie di interventi di manutenzione necessari per eliminare in primo luogo le incrostazioni e poi per verificare la presenza di eventuali parti danneggiate da riparare. Presenti una delegazione dell'amministrazione comunale di San Felice Circeo, dei subacquei esperti, la capitaneria di porto, i vigili del fuoco e il personale della cooperativa Circeo 1°. Una volta portata a terra, l'effigie è stata benedetta da don Carlo Rinaldi. La statua verrà inabissata nuovamente a 18 metri di profondità il prossimo 25 aprile. Sino ad allora sarà esposta in alcuni luoghi significativi, tra cui, durante il periodo natalizio, il presepe di Vigna La Corte.