Si parlerà di incendi, di cambiamenti climatici, quest'anno nella Festa dell'albero di Legambiente. Ma si pianteranno anche alberi, per affermare concretamente la lotta per la tutela dei boschi. Il Circolo, autore con Legambiente Lazio di un importante e articolato esposto alla Procura di Latina per l'ipotesi di disastro ambientale e la distruzione di habitat protetto a danno di rilevanti aree protette boschive, con la Scuola Sostenibile Legambiente IC Don Milani e l'Associazione Culturale Centro UPM di Roma, che promuove il progetto Un Bosco per la Città (da una idea di Mario Pianesi), mettere a dimora giovani alberi per educare i cittadini a riflettere sulla prevenzione degli incendi boschivi che hanno deturpato la città nei mesi scorsi, mandando in fumo centinaia di ettari di preziosa foresta e macchia mediterranea e sulla non casualità del fenomeno degli incendi, oggi frutto dell'azione di piromani ed ecomafie e sulle sue conseguenze a livello ecologico e sociale. L'iniziativa e il concorso fotografico "il futuro non si brucia" sarà un'occasione per ricordare che senza i nostri polmoni verdi non c'è futuro e, anche se in piccola parte, per compensare tristemente la perdita di tanti alberi divorati dagli incendi. Nel pieno spirito della Legge n. 10 del 14 Gennaio 2013 "Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani", la Scuola Sostenibile IC Don Milani utilizza il suolo pubblico del Parco (purtroppo ancora chiuso ma aperto per l'occasione) per coinvolgere gli studenti nella messa a dimora delle piante e si impegna ad interessarsi nel tempo alla crescita e alla difesa del Parco, aderendo al progetto Legambiente "Gli Angeli del Parco".

La festa dell'Albero di Legambiente a Terracina, aperta a tutta la cittadinanza, prevede il seguente calendario di iniziative:

Parco Pubblico del Montuno - Venerdì 17 novembre dalle 9 alle 13 (Laboratori didattici all'aperto, abbraccio degli alberi, censimento delle specie arboree, animazioni didattiche sui rischi degli incendi e la corretta prevenzione e della corretta classificazione dei rifiuti, messa a dimora di piante e piantine gentilmente offerti dall'UTB dei Carabinieri Forestali di Fogliano-Sabaudia nell'ambito del progetto UPM "Un Bosco per la Città", seminario su Consumo di Suolo e Forestazione Urbana e presentazione del Concorso Fotografico: "Il futuro non si brucia")
Scuola IC Don Milani – Martedì 21 Novembre dalle 9 alle 13 presso ogni Plesso della Don Milani – Festa dell'Albero a Scuola con piantumazioni e scambio di riflessioni sugli incendi estivi, riportando tutta l'esperienza fatta "outdoor" presso il Parco
Parco Pubblico del Montuno – Venerdì 24 novembre dalle 9 alle 13 (Laboratori didattici all'aperto, abbraccio degli alberi, messa a dimora di piante e piantine gentilmente offerti dall'UTB dei Carabinieri Forestali di Fogliano-Sabaudia nell'ambito del progetto UPM-Un Bosco per la Città, e presentazione del progetto "Gli Angeli del Parco" per avviare gli alunni ad una consapevolezza civica dell'importanza dei parchi come polmoni verdi e contrastare il vandalismo). A conclusione della mattinata si terrà anche la cerimonia di consegna degli Attestati di Guardia Ambientale Zoofila Volontaria Legambiente ai Soci Volontari del Circolo che hanno superato l'esame del Corso e che costituiranno il primo Raggruppamento di Guardie Volontarie Legambiente nella Provincia di Latina.

Il Circolo Legambiente porta quindi a Terracina per l'occasione l'importante progetto nazionale "Un Bosco per la Città" – da una idea di Mario Pianesi, grazie all'Associazione Culturale "Centro UPM" di Roma e all'Albergo Ristorante "Neapolis" di Terracina, affiliato all'Associazione Nazionale e Internazionale UPM Un Punto Macrobiotico, progetto già avviato nella Regione Marche nel 2002 e che ha visto il successivo coinvolgimento di altre Regioni e di numerosi Comuni, trovando pieno riconoscimento in occasione della proclamazione dell'ONU nel 2011 dell'Anno Internazionale delle Foreste, con il Patrocinio di ONU, UNESCO, UNCCD, Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero delle Politiche Agricole e Alimentari e Forestali, Corpo Forestale dello Stato e con il grande apprezzamento del Ministero della Pubblica Istruzione che lo ha individuato come progetto di eccellenza per le Scuole. Il Progetto "Un Bosco per la Città" offre un'opportunità per rispondere ai molteplici problemi ambientali presenti nelle diverse Regioni d'Italia. Gli alberi, ed in particolare le formazioni boschive, agiscono infatti come elementi riequilibratici dell'aria, dell'acqua e della terra, garantendo, tra le altre cose, l'abbattimento dei livelli di CO2 in atmosfera, il miglioramento del clima nelle zone urbanizzate e naturali e la formazione di una preziosa riserva di ossigeno.