Il più grande accesso alla città, quello alla fine di via Ninfina (le Coste), sarà messo presto in sicurezza. A darne notizia il vice presidente facente funzioni dell'amministrazione provinciale di Latina, Giovanni Bernasconi, che venerdì scorso ha firmato il decreto che permetterà di risolvere un problema di sicurezza certificato da decine di incidenti che si sono verificati negli anni su quel tratto di strada, l'intersezione che collega la strada provinciale Ninfina con via Fanfara e via Bassiano. Nessuna rotatoria , come nel corso degli anni si era ipotizzato, ma un intervento meno invasivo che permetterà di allargare un tratto di carreggiata e di permettere, soprattutto agli automobilisti che provengono da Sezze scalo e sono diretti al centro di Sezze, di potersi allargare a ridosso del muro di cinta ed effettuare la manovra senza doversi preoccupare di chi da via Bassiano tenta di immettersi nella stessa corsia. Il decreto firmato dal vice presidente dell'ente di via Costa prende atto del progetto, redatto dallo stesso ufficio tecnico provinciale, e di tutti gli elaborati presenti in esso, ivi compresa la dichiarazione della Soprintendenza archeologica che ha dato il suo parere favorevole (considerato che a qualche decina di metri si trova il Tempio di Saturno). Il costo complessivo dell'intervento è di 130mila euro, interamente finanziati dall'amministrazione provinciale di Latina, che aveva inserito l'opera nel piano triennale dei lavori pubblici. Il prossimo passaggio, prima dell'inizio dell'intervento, bisognerà farlo in Consiglio comunale a Sezze, con una modifica al Piano regolatore generale, una variante semplificata che non dovrebbe avere alcun tipo di problemi a essere approvata. Poi ci si concentrerà sugli espropri e i lavori potrebbero iniziare. Soddisfazione per il risultato ottenuto è stata espressa dallo stesso Giovanni Bernasconi, che ha spiegato: «Oggi ho firmato il decreto che rende immediatamente eseguibile la sistemazione dell'intersezione tra la strada provinciale Ninfina I e la strada comunale via Fanfara. Questo intervento pari a 130.000 euro renderà l'ingresso del nostro paese più sicuro. Ne sono orgoglioso».