Venti pagine di foto d'inciviltà. È il "fascicolo" allegato alla mozione sul vandalismo presentata da Coco e Lauretti approvata dal Consiglio comunale di Pontinia nel corso dell'ultima seduta. Un problema annoso al quale l'amministrazione vuole porre rimedio con la prevenzione attuata attraverso la videosorveglianza. Nel mentre, però, c'è pure chi, mettendo mano al portafogli, si è detto pronto a intervenire per ripulire qualche scempio.

È il caso dell'associazione "Solco Pontino", che insieme al Map (il Museo dell'Agro Pontino), si è offerta di ripulire l'indecente scritta d'amore del "Guè" apparsa sul marmo del palazzo municipale, costata all'autore, scovato dai carabinieri, una denuncia all'autorità giudiziaria. Ma questo non è che uno dei tantissimi episodi. L'elenco sarebbe lunghissimo: ingressi laterali del municipio, torre idrica, fontana donata dall'associazione "Nemesis" e installata davanti al museo. Gli incivili evidentemente non si pongono troppi problemi, anche se alla fine più di qualcuno si è trovato, per questi gesti inutili, una denuncia a proprio carico.

L'obiettivo, ha ribadito più volte il sindaco Carlo Medici, non è quello di denunciare, bensì fare prevenzione. «Ma se poi uno si mette sotto la telecamera in modo quasi sbeffeggiante – ha affermato durante il Consiglio –, a quel punto la denuncia scatta». Poi ha rincarato la dose. «Qui si tratta di amministrare un grande condominio, dove c'è della gente incivile che va perseguita e punita. Questo è un obiettivo». Come accennato, il Comune sta puntando anche sulla videosorveglianza; in primo luogo prevedendo un intervento con risorse proprie, così da sperare poi in eventuali finanziamenti. Si partirà con i punti d'ingresso alla città.

Questo è però quanto previsto per il prossimo futuro. Nell'immediato quel che è certo è che l'assise ha approvato all'unanimità la mozione, che impegna l'amministrazione su vari fronti. Si parla di censimento dei beni "vandalizzati", ma anche di «programmazione, a cadenza temporale predefinita, di attività di controllo, pulizia e manutenzione degli edifici e dei beni comunali». Si partirà, grazie a "Solco Pontino" e Map, con la pulizia del municipio. Ma la battaglia contro gli incivili non è che all'inizio.