momenti più belli hanno il sapore delle sorprese e dai momenti inaspettati. E sabato mattina per tante famiglie è stata una vera sorpresa assistere, durante la passeggiata in uno dei luoghi più suggestivi della provincia, villaggio Fogliano, al momento della liberazione di alcuni animali del centro recupero fauna selvatica curato dai carabinieri Forestali. I forestali hanno liberato due gheppi e una poiana mentre nei giorni scorsi sono stati rimessi in libertà un tasso e un serpente cervone, specie di rettile protetta. Si tratta di animali che sono stati rimessi in sesto dalla squadra coordinata dal maresciallo Roberto Mayer, che mette in ciò che fa quell' impegno e quella passione venuti fuori anche nella lezione improvvisata tra il verde ed il lago del suggestivo scenario di Fogliano. Mayer ha spiegato ad una cinquantina di bambini la differenza tra animali domestici e selvatici, l'importanza di rispettare la natura e gli habitat degli animali e ha raccontato come sono stati curati e svezzati i gheppi prima della liberazione e del ritorno alla loro vita di rapaci diurni. Tanti piccoli occhi sgranati per lo stupore di vedere tartarughe di terra e di acqua sentendo raccontare dell'ultima liberazione di un tasso, curato e rimesso in sesto e rimasto nella "speciale clinica" di Fogliano per quasi quattro anni.
«Abbiamo liberato un tasso che da quattro anni era con noi - ha spiegato l'ispettore ai bambini - ci eravamo affezionati anche se non dovrebbe accadere e non vi nascondo la paura nel momento di lasciarlo andare, la paura che gli possa accadere qualcosa perché ora sarà esposto ai rischi di incappare nei predatori. Però la sua condizione naturale è la libertà, lo stare in natura e lì doveva tornare». Nel corso della lezione estemporanea a contatto con la natura alcuni bambini presenti hanno potuto liberare dalle loro mani gli uccelli con l'aiuto dei forestali e, con le loro famiglie, hanno visitato anche l'orto botanico e appreso di piccoli aneddoti legati a quell'area tra cui quella di essere stata scenario di film famosi. Momenti che i bimbi non dimenticheranno attraverso quella forma di educazione essenziale che è la natura in quanto abitua al rispetto della diversità vista come bellezza, valore e irrinunciabile necessità biologica.