Alla presenza del ministro della Difesa Elisabetta Trenta e del Comandante generale dell'Arma dei carabinieri, il generale di Corpo d'armata Giovanni Nistri, si è chiuso il 15esimo corso annuale per allievi marescialli all'interno della caserma "Salvo D'Acquisto" di Velletri. Davanti alle autorità appena citate, a tanti altri rappresentanti istituzionali locali e non e al comandante del secondo Reggimento della Scuola marescialli e brigadieri di Velletri, il Colonnello Liviano Marino, i 220 allievi marescialli hanno prestato giuramento di fedeltà alla Patria, facendo commuovere tutti i familiari e le persone presenti.

La cerimonia ha avuto luogo nella Piazza d'Armi della Caserma, davanti alla Bandiera dell'Istituto: qui c'è stata la rassegna dello schieramento, che ha preceduto la lettura della motivazione della concessione della Medaglia d'oro al valor militare alla memoria al maresciallo capo Ettore D'Amore, cui era intitolato il corso. Come sempre, è poi stato reso onore ai Caduti con la deposizione di una corona d'alloro, prima della consegna degli attestati di merito ai primi cinque classificati del corso.

A seguire c'è stato il discorso del comandante, che dopo un saluto a tutti i presenti ha espresso le più vive congratulazioni ai marescialli neo promossi, «ricordando loro - si legge in una nota diffusa ieri - l'importanza dei valori etici e morali, dell'impegno, del sacrificio, della professionalità e della responsabilità, che devono essere sempre ben presenti nell'espletamento delle delicate funzioni che a essi competono».