Il comitato di quartiere Frassineto valuta la possibilità di presentare un esposto alla Procura della Repubblica. Sono stati loro a pagare il prezzo più alto per l'inquinamento ambientale rilevato da Arpa e prodotto dal depuratore di via del Campo, una situazione di cui gli uffici dell'ente erano a conoscenza da tempo. "Che il depuratore di via del Campo versava nel fosso della Ficoccia acqua marrone e maleodorante con tanto di schiuma – spiega il Comitato di quartiere - lo avevamo già denunciato nell'estate del 2016, con tanto di foto trasmesse all'allora assessore Lombardi. Poi la situazione nel corso del tempo si è andata ad aggravare. Ora abbiamo una fogna a cielo aperto. Così a fine agosto abbiamo incaricato un laboratorio privato per far analizzare l'acqua che scorre nel fosso, a valle del depuratore (Via del Frassineto). Risultato: elevata contaminazione da microrganismi indici di contaminazione fecale. Così il 31 Agosto abbiamo presentato il nostro esposto al Comune di Aprilia, all'Arpa Lazio ed alla A.S.L. di Aprilia. Le analisi di Arpa Lazio, trasmesse al comitato il 09/11/18, confermano "si evidenzia che, il campione N.R.G. 3272, prelevato nel fosso della Ficoccia sul ponte vi via Frassineto, emanava un forte odore caratteristico di acque contenenti tensioattivi oltre ad avere una colorazione tendente al nero antracite. Inoltre si rilevava anche visivamente un forte incremento di solidi sospesi presenti nelle acque campionate". Per i risultati del sopralluogo fatto da Arpa Lazio presso il depuratore dobbiamo insistere. Con una nota arrivata a questo Comitato ieri, 20 novembre, veniamo a sapere che il sopralluogo era già stato effettuato il 10 maggio 2018 ed i risultati trasmessi al comune di Aprilia e agli altri uffici competenti, il 20 giugno successivo. Nella comunicazione trasmessa agli "uffici competenti", oltre alle violazioni di norma riportate, "si evidenzia altresì che, al momento del sopralluogo, i reflui un uscita dall'impianto venivano scaricati nel corpo idrico recettore senza subire alcun trattamento di disinfezione, per mezzo di una condotta in cemento che non presenta pozzetti e/o punti da consentire campionamento". Dunque il Comune sapeva da tempo. Dopo la presentazione del nostro esposto, l'11 ottobre il Comitato di Quartiere Frassineto si era incontrato con il Dirigente Dello Vicario. Questi ci aveva detto che erano già stati fatti dei prelievi lungo il corso del fosso della Ficoccia ma nulla ci aveva detto sulla situazione del depuratore. Ci aveva però assicurati che la questione sarebbe stata risolta a breve.Non è possibile che nel fosso della Ficoccia che attraversa il nostro quartiere venga scaricato tutto il contenuto dell'impianto fognario di Aprilia. Circa un anno fa si presentò una situazione del genere nei pressi del Liceo Meucci e dell'Istituto Rosselli, la scuola fu chiusa per qualche giorno ed entro 15 giorni fu risolto il problema. Noi residenti del nostro quartiere Frassineto invece non meritiamo di essere analogamente salvaguardati? Possiamo tranquillamente respirare l'aria insalubre proveniente dal fosso inquinato ? Se il depuratore di Via del Campo non è a norma bisogna intervenire immediatamente. Il Comune di Aprilia sapeva della situazione di grave inquinamento almeno dal 2016. Stiamo valutando la possibilità di presentare esposto alla Procura della Repubblica per accertare eventuali responsabilità penali".