E' al freddo da diversi giorni la scuola Don Milani di Latina. I ragazzi sono costretti a stare in aula col cappotto e molti genitori hanno segnalato i disagi. Oggi ha rilanciato il caso l'ex assessore Gianluca Di Cocco attraverso un post su Facebook col quale chiede all'amministrazione comunale di intervenire nella pausa natalizia per ripristinare il funzionamento della caldaia.

"Il termometro segna appena dieci gradi alla Don Milani- scrive Di Cocco - Ce ne dovrebbero essere otto in più. Gli studenti si arrangiano come possono: guanti, cappelli, cappotti e giacche a vento. Qualcuno si è portato perfino le coperte e i sacchi a pelo da casa. I prof fanno lezione con maglioni a collo alto, sciarpe e foulard al collo, pantaloni da sci e doppie calze. Attaccare stufette elettriche e mini caloriferi non si può: l'impianto elettrico non reggerebbe e addio a Lim (lavagne interattive multimediali) e pc. Si gela nelle aule della Don Milani termosifoni non funzionano, si gela nelle aule e nella mensa. I genitori lamentano disagi continui, chiedono un intervento immediato. Mi auguro un intervento risolutivo (già segnalato il mancato funzionamento) in questo periodo di festività Natalizie, affinché al rientro si possa tornare ad una normalità".

I problemi sarebbero legati alla caldaia ma anche a un mal funzionamento delle tubazioni.