La gestione dell'area Fiere di Campoverde torna in mano ai floricoltori. L'amministrazione comunale, in attesa di predisporre un nuovo bando pubblico per assegnare la struttura, ha deciso di affidare il polo fieristico alla Coopfloral; la cooperativa che da anni (e con successo) organizza in quegli spazi il Mercato dei Fiori. Un'iniziativa partita oltre 15 anni fa, ripetuta tre volte alla settimana, che non è venuta meno neanche quando la gestione del polo fieristico è stato assegnato alla società Gefi; anche se durante questo periodo non sono mancati dei problemi di «convivenza» tra le due realtà.
Tuttavia l'accordo tra il Comune e la Gefi, che a giugno 2016 aveva ottenuto l'affidamento per 6 anni dell'immobile avendo presentato l'unica offerta al bando, non è andato a buon fine: l'amministrazione comunale ha infatti rilevato gravi inadempienze contrattuali, soprattutto rispetto al mancato versamento del canone (40 mila 800 euro l'anno) e per questo ha disposto la revoca e la decadenza del contratto. Uno sfratto che è stato notificato nei mesi scorsi.  Adesso l'intenzione dell'amministrazione Terra è quella di procedere a un nuovo bando che ancora non è pronto, perciò è stato deciso di: «affidare in via provvisoria la custodia della struttura alla Coopfloral nelle more della definizione di un nuovo bando per la concessione in uso dell'immobile, visto che l'ente non è in grado di provvedere con proprio personale alla custodia e cura della struttura».  Saranno dunque i floricoltori ad occuparsi della custodia del polo fieristico, tramite un contratto che verrà stipulato successivamente con l'ufficio Patrimonio. La soluzione più naturale per permettere agli espositori del Mercato dei Fiori di operare in tranquillità.