La società  CDK srl che opera nel settore della grande distribuzione con il marchio Carrefour ha aperto in data 4 febbraio 2019 una procedura per il licenziamento collettivo per 13 lavoratori. Ne dà notizia il sindacato Ugl.

"Per questi lavoratori - comunica il Segretario Vicario della UGL Terziario Latina Flavia Rotolo - continua la traversata del deserto iniziata dapprima con il fallimento Midal, per poi essere trasferiti dalla curatela fallimentare tramite l'art. 2112 alla CDK srl (vincitrice dell'asta per la licenza commerciale del punto vendita Midal), ed ora a chiusura della procedura fallimentare vengono considerati in esubero. Questi lavoratori erano impiegati presso il punto vendita Carrefour di via Epitaffio, dove da qualche mese si è conclusa l'asta per l'aggiudicazione dell'immobile, vinta da un marchio della distribuzione no food".

"Sembra un film già visto - continua Rotolo - stessa procedura del supermercato di via Piave sempre della Midal, dove è stata spacchettata l'attività commerciale in due lotti: nel primo la licenza commerciale, comprendente personale e beni strumentali, il secondo la proprietà dell'immobile. Come O.S. abbiamo chiesto celermente, unitamente al Segretario Provinciale Alberto Ordiseri, l'esame congiunto della procedura di licenziamento così come previsto dalla normativa vigente al fine tutelare la forza lavoro, personale qualificato e con esperienza pluriennale nel Settore".

"Nella richiesta di esame congiunto - chiude Rotolo - abbiamo chiesto l'intervento anche della Curatela fallimentare e della Midal spa, al fine di trovare tutti insieme la soluzione per garantire i livelli occupazionali e per mettere ogni attore di fronte alle proprie responsabilità"