Un'occasione preziosa per mettere in mostra le eccellenze dell'area protetta e del suo territorio, offrendo ed incrementando le occasioni di incontro per gli operatori di settore e puntando sempre più verso un turismo sostenibile ed internazionale. Questo, in estrema sintesi, è la BIT-Borsa Internazionale del Turismo di Milano, la storica manifestazione organizzata da Fiera Milano che dal 1980 porta nel capoluogo lombardo operatori turistici e viaggiatori da tutto il mondo e che quest'anno vedrà presente per la prima volta, su invito della Regione Lazio, il Parco nazionale del Circeo. La rassegna, che si svolgerà da domenica a martedì, accenderà i suoi riflettori in particolare sulle eccellenze enogastronomiche del Lazio attraverso "food-experience" e "degustazione dei prodotti del Lazio". Nel nutrito programma ci sarà anche spazio per il convegno "Turismo lento, itinerari del Lazio", che andrà in scena lunedì e che vedrà la partecipazione di Paolo Cassola, direttore del Parco Nazionale del Circeo. Nell'occasione si parlerà di turismo e itinerari outdoor: della ricchezza delle aree naturalistiche del Circeo e di tutti i diversi modi di vivere il parco (storia, archeologia, didattica, turismo, sport, enogastronomia).
Il "turismo lento" è di fatto un modo per valorizzare i tesori nascosti e i territori meno conosciuti dal turismo nazionale ed internazionale e rilanciarli in chiave sostenibile favorendo esperienze di viaggio innovative: in questo percorso è fondamentale associare alla promozione e alle emozioni per le bellezze culturali, naturalistiche e storiche del luogo anche l'enogastronomia di qualità.
L'Ente Parco Nazionale del Circeo - oltre a presentare le sue bellezze ed opportunità per favorire e accogliere un turismo "lento e sostenibile" e i protocolli d'intesa con il Ministero dei Beni Culturali DGER per conoscere e valorizzare il suo patrimonio archeostorico - parlerà anche del progetto sperimentale in corso, sviluppato in collaborazione con Tecno Studio Ambiente Srl all'interno dell'Agro Pontino, e finalizzato ad una nuova forma di diffusione della conoscenza dei beni culturali e alla valorizzazione del territorio per una strategia turistica innovativa per rendere fruibile l'accesso alle informazioni turistiche geotematiche in maniera sintetica, veloce e accattivante.