Scene di vita popolare, commedie, cantastorie, musiche e canti popolari di scena domani (10 febbraio), alle 18 presso il  Teatro Remigio Paone di Formia, in occasione della giornata nazionale del dialetto e delle lingue locali. L'evento, promosso dall'UNPLI nazionale, che nel 2013 ha istituito questa Giornata allo scopo di salvaguardare i beni immateriali del Belpaese, a Formia è organizzato dalla Pro Loco cittadina con il patrocinio dell'assessorato alla cultura. La serata, presentata da Gianni Donati e Filomena Gionta, e alla quale sono stati invitati gli alunni di ogni ordine e grado, vedrà la partecipazione dei Centri Anziani di Formia centro, di Gianola e Penitro, del gruppo teatrale "Mola", dei bambini del Centro Socio Culturale Trivio, di Dilva Foddai della scuola di organetto "La Giostra" e del Cantastorie Enzo Scipione. Inoltre ci sarà la partecipazione del sindaco, Paola Villa, nella duplice veste di amministratore e attrice, del vicesindaco e assessore alla cultura del Comune di Formia Carmina Trillino , del Professor Giuseppe Nocca che parlerà della cucina formiana e di Raffaele Capolino, storico locale nonché delegato ai beni archeologici del Comune di Formia.