La Giunta regionale ha approvato questa mattina la delibera contenente il "Programma generale per la difesa e la ricostruzione dei litorali e il quadro degli interventi prioritari per il 2019-2021" su proposta dell'assessore ai lavori pubblici e tutela del territorio Mauro Alessandri. L'atto prevede la predisposizione di un "Piano di difesa integrata delle coste" e favorisce la partecipazione degli enti locali in azioni di monitoraggio, tutela, manutenzione e movimentazione dei sedimenti derivati da porti e foci attraverso il sostegno nell'acquisto di attrezzature per il dragaggio.  A darne notizia il consigliere regionale pontino del Pd Salvatore La Penna il quale sottolinea l'importanza di questa delibera che contiene risposte concrete ai danni provocati da maltempo, avversità metereologiche e mutamenti climatici sul litorale pontino. Uno stanziamento di diversi milioni di euro per molti comuni della provincia pontina. 

"L'idea contenuta nella delibera – spiega La Penna – è quella di programmare interventi in maniera sistematica sui circa 220 chilometri di spiagge laziali delle quali risultano fruibili circa mille ettari. Vanno individuate dapprima le zone di rischio e poi si deve agire con interventi non solo riparativi ma conservativi e che durino nel tempo. È prioritario il coinvolgimento degli enti locali per fotografare al meglio lo stato dell'arte e le criticità.

Dopo una prima ricognizione si interverrà con risorse regionali ponendo particolare attenzione alle zone colpite da eventi meteorologici avversi. Si tratta complessivamente di 30 milioni di euro. Fra i primi interventi, ai quali ne seguiranno altri sull'intero litorale, ci sono 1,1 milioni sono destinati a Sabaudia e Latina per la sistemazione del litorale ed i recupero delle fasce di spiaggia danneggiate dalle mareggiate; 1,3 milioni a Fondi per il completamento di opere di difesa della costa da Foce Canneto a Foce Santa Anastasia; 1,2 milioni a Terracina per la sistemazione del tratto da Foce Sisto a Porto Badino.

Vi sono inoltre altri 16 milioni di euro derivanti da altre fonti di finanziamento quali il Piano Operativo Ambiente MATTM: di questi 5,5 milioni sono destinati al completamento delle opere di protezione per la spiaggia compresa tra Foce Verde e Capo Portiere nel Comune di Latina. Altri 2,6 milioni per l'ampliamento dell'arenile e la messa in sicurezza di Chiaia di Luna a Ponza. Si tratta di un impegno finanziario importante da parte della Regione Lazio – conclude La Penna – che consentirà di recuperare il litorale pontino, tutelare il paesaggio e aiutare gli operatori balneari e turistici".