Convocato il tavolo istituzionale per affrontare l'emergenza spazi al liceo Meucci di Aprilia, una carenza di aule che ha determinato l'esclusione di 80 studenti della graduatoria di ammissione per l'anno scolastico 2019/20. Mercoledì 20 febbraio, negli uffici di piazza Roma, si terrà l'incontro tra Provincia di Latina, Comune di Aprilia e dirigenza scolastica per analizzare la situazione e cercare una soluzione che permetta agli alunni esclusi (indirizzi scientifico e scienze umane) di continuare a studiare in città, senza dover dunque trasferirsi in un altro liceo di uno dei Comuni limitrofi (Latina o Anzio). Una situazione causata dell'enorme numero di iscrizioni (317 quest'anno) e dalla carenze di spazi del polo di via Carroceto. Al momento sul tavolo ci sono alcune alternative, che saranno analizzata proprio durante il confronto. «In questi giorni - afferma il consigliere provinciale del Pd, Vincenzo Giovannini - ho incontrato l'assessore all'Istruzione per fare della situazione. Ci siamo assunti degli impegni che illustreremo all'incontro, siamo certi che tutto ciò servirà a trovare una soluzione». Il consigliere provinciale del Pd, pur non chiamato direttamente in causa, risponde poi al consigliere e delegato provinciale all'edilizia scolastica, VIncenzo La Pegna, che nelle scorse ore aveva lamentato il suo mancato coinvolgimento da parte dell'amministrazione. «Voglio rassicurare La Pegna, nessuno si sta muovendo in modo scomposto. Il vice sindaco Lanfranco Principi e l'assessore Elvis Martino - continua - mi hanno chiamato per fare sinergia e mi sono subito attivato. Se è mancata un po' di comunicazione tra noi consiglieri è stato a causa mia. Ma stiamo lavorando in sinergia».