Un documentario sulla Vignarola. Per questo motivo le telecamere della Rai sono arrivate nel fine settimana ad Anzio accolte dal circolo locale di Legambiente e dal comitato nato per la difesa dell'area verde. «Abbiamo raccontato - spiega Maria Cupelli del Pd e attivista del comitato a difesa della Vignarola - dell'ultima area di valore paesaggistico inestimabile sopravvissuta ad Anzio; abbiamo raccontato dell'attenzione e della generosità mostrate dalla città di fronte al rischio di cementificazione; abbiamo spiegato che la Vignarola sarà salva solo quando verrà annessa al Parco di Tor Caldara. Infine, la mostra itinerante attualmente ospitata nella sede di ApA in via di Valle Schioia, è stata ancora una volta utilissima. Grazie alla signora Marina per averci accolto in casa: dal balcone, la vista sulla Vignarola, arrivando sino al mare, ha mozzato il fiato a tutti». La Giunta di Anzio la scorsa settimana ha ritirato la delibera che spacchettava le cubature e ricordato che già dal 2004 il sindaco Candido De Angelis aveva chiesto l'annessione a Tor Caldara. Un atto, questo, che dopo anni di battaglie degli ambientalisti pone la parola fine sul rischio di cementificazione della Riserva Puccini che non diventerà, quindi, un polo alberghiero e con strutture ricreative come prevedeva il progetto della passata amministrazione.