Un progetto dal costo complessivo di oltre un milione e 300mila euro, con 450mila di questi che sono stati richiesti alla Regione Lazio al fine di poter realizzare il primo tratto dell'itinerario.

Stiamo parlando dell'idea avuta dalla Giunta comunale di Ardea, guidata dal sindaco Mario Savarese, che intende realizzare - nel corso del tempo, s'intende - una pista ciclabile che colleghi il centro storico al mare, seguendo indicativamente l'itinerario del fosso dell'Incastro.

L'ufficio Tecnico dell'ente, infatti, ha dato vita a uno studio di fattibilità molto articolato, volto a ottenere i finanziamenti regionali per la "Mobilità Nuova", ma anche per ipotizzare un vero e proprio percorso ecosostenibile che consenta di raggiungere la Marina in sicurezza partendo dal centro storico e attraversando la campagna ardeatina.

La ciclovia, partendo dal mare, correrebbe nei pressi del Castrum Inui e di altri insediamenti archeologici della città, prima di continuare il suo percorso verso il museo Manzù e, di conseguenza, il centro storico.

Stando al progetto, la pista sarà pavimentata con terra naturale stabilizzata, caratterizzando tutta l'opera con criteri eco-compatibili.

In più, nei pressi delle strade a maggiore percorrenza di auto e altri veicoli (la Provinciale di Campo Selva e la Laurentina), verranno posizionati degli idonei sistemi di protezione: in più, per quanto riguarda via Pratica di Mare, è stato pensato un sottopassaggio utile a evitare che l'attraversamento delle biciclette avvenga a raso.