Anche durante questa estate, a Nettuno, la spiaggia di Torre Astura sarà aperta al pubblico.

Tutti i cittadini, infatti, potranno accedere liberamente e gratuitamente a uno dei più caratteristici e incontaminati arenili del Lazio, godendo del sole e delle bellezze naturali e storico-architettoniche ogni giorno nei mesi di luglio e agosto e tutti i fine settimana di settembre.

Si tratta, in particolare, di un'apertura garantita per 71 giorni, con accesso possibile dal cancello che si trova a ridosso del fiume Astura, al confine fra i territori di Nettuno e Latina: come di consueto - con modalità precise che verranno rese note a tempo debito e inserite nella convenzione pronta per essere firmata dalle parti - sarà possibile parcheggiare la propria auto nell'ampio spazio adiacente al fiume, prima di proseguire a piedi attraverso la pineta e ritrovarsi davanti al castello che fu dei Frangipane e che vide consumarsi, nel Medioevo, la tragedia di Corradino di Svevia, il quale, pensando di rifugiarsi, chiese aiuto proprio alla famiglia che possedeva Torre Astura, venendo poi tradito e consegnato da Giovanni Frangipane a Carlo d'Angiò, che lo fece processare e poi condannare a morte.

Per garantire l'apertura dell'area - di cui beneficiano non solo i cittadini di Nettuno, ma anche quelli di Latina e altre località laziali -, il Comune ha pagato 2.920 euro a titolo di canone demaniale per l'accesso all'area.