Incendi, discariche abusive e scarsa visibilità stradale. Troppi pericoli connessi alla scarsa manutenzione da parte dei privati proprietari di lotti incolti dei propri terreni. Per questo il sindaco Antonio Terra, con l'ordinanza 99 del 16 aprile scorso ha dato disposizione ai proprietari di prendersi cura dei lotti, predisponendo periodicamente e tassativamente entro il 15 maggio gli interventi manutentivi volti a prevenire incendi, la nascita di nuove discariche abusive, infestazione di insetti, ma anche prevenire rischi connessi alla scarsa visibilità stradale. La stagione estiva, infatti, comporta un rilevante pericolo di incendi nei terreni incolti e abbandonati, che potrebbero interessare anche edifici abitativi, mettendo a rischio l'incolumità delle persone e dei beni. L'ordinanza impone su tutto il territorio comunale, dal 15 maggio al 30 settembre, il divieto assoluto di accensione di fuochi fino a 100m di distanza (o 200 metri in caso di attivazione della fase di preallarme) da boschi, terreni agrari e cespugliati e lungo le strade comunali e provinciali. Allo stesso tempo, l'atto impone ai proprietari di terreni di provvedere – in tutto l'arco dell'anno – al taglio dell'erba e della vegetazione, di tenere pulito il fronte strada e, in generale, di aver cura del fondo, evitando tutti quei comportamenti che potrebbero esser pregiudizievoli nei confronti dell'igiene e della sicurezza pubblica.
Gli interventi di pulizia e manutenzione dovranno essere effettuati ciclicamente. Il primo intervento va effettuato entro il 15 maggio. Polizia Locale e Forze dell'Ordine sono già state incaricate di provvedere al rispetto dell'ordinanza: il mancato rispetto delle disposizioni previste dall'ordinanza sarà punito con sanzione amministrativa. Gli inadempienti saranno inoltre considerati responsabili di eventuali danni a persone o cose, dovuti all'inosservanza di tali prescrizioni.