I lavori di restauro della Gran Guardia di Gaeta a piazza Traniello cominceranno a breve. Intanto l'appalto per l'avvio dei lavori di restauro e recupero funzionale dell'edificio denominato "La Gran Guardia" a Gaeta è stato affidato alla società gaetana "Impresa Accetta Costruzioni srl". Il bando è stato presentato attraverso il CUC, centrale unica di committenza, sottoscritta tra i Comuni di Formia Gaeta e Minturno ai sensi del decreto legislativo specifico che regola la convenzione che ha istituito la Centrale Unica di Committenza, di cui il Comune di Formia risulta ente Capofila.
Come risulta dai verbali agli atti dell'ufficio, hanno presentato la loro offerta tredici imprese, di cui tredici offerte sono risultate ammissibili alla procedura di gara, in seguito alla valutazione delle offerte tecniche ed economiche la Commissione ha formulato proposta di aggiudicazione nei confronti dell' impresa prima classificata "Impresa Accetta Costruzioni srl", con sede in Gaeta alla Via Veneto 7, che ha contestualmente disposto la trasmissione degli atti al Responsabile della Centrale Unica di committenza per gli adempimenti di competenza.
La scelta è avvenuta secondo il sistema dell'offerta economicamente più vantaggiosa, sulla base dei criteri e dei punteggi stabiliti dal disciplinare di gara.
Il valore dell'appalto è comprensivo di spese ed al netto del ribasso offerto dall'aggiudicatario trova copertura nel bilancio del Comune di Gaeta, come indicato nella determinazione dirigenziale del 2017 del Comune di Gaeta.
È stata oltretutto approvata la procedura di gara per la concessione del servizio di Tesoreria Comunale per la durata di 5 anni, con l'aggiudicazione mediante procedura aperta e attribuito, ai fini degli adempimenti di legge al contratto quinquennale in argomento, un valore presunto di 194mila e 417,11 euro. Il servizio di tesoreria comunale per il periodo di cinque anni a far data dal primo gennaio del 2019 è stato attribuito alla "Società Monte dei Paschi di Siena S.p.A." per la somma annuale di 19mila e 600 euro oltre Iva , per complessivi 98mila euro oltre Iva per il quinquennio.