Gli alunni della scuola elementare di Campoverde scoprono la storia (dalla Preistoria ai romani) attraverso la conoscenza del territorio di Aprilia e dei comuni confinanti e delle sue bellezze. E' stato questo l'obiettivo centrato dal progetto Pon "Aprilia nella storia: dalla Preistoria all'età antica", un progetto curato dalle insegnanti Maura Antonella De Laurentiis (tutor) e Giusy Ranucci, nonché dall'archeologo Michelangelo La Rosa, che ha visto impegnati 25 alunni delle classi IV e V del plesso che fa parte dell'istituto comprensivo Matteotti. Un ciclo di lezioni accattivanti e coinvolgenti (30 ore in due settimane) effettuate con l'ausilio di immagini e reperti.
Gli alunni hanno così potuto conoscere l'evoluzione storica del territorio dalla preistoria all'epoca romana, partendo dalla presenza dell'uomo di Neanderthal, testimoniata dal ritrovamento di resti sull'ormai noto sito preistorico, il percorso è poi proseguito con l'arrivo dell'Homo Sapiens nel territorio di Aprilia e la nascita dei primi villaggi a Torre del Padiglione e Torre del Giglio, fino alla fondazione delle prime città (Ardea, Satricum, Lanuvium) da parte del popolo dei Latini ed è continuato con la visita nell'area archeologica di Satricum. E l'intero percorso è stato illustrato sabato mattina dagli alunni nella giornata conclusiva, alla presenza del dirigente dell'Ic Matteotti Raffaella Fedele e dell'assessore Elvis Martino. «E' fondamentale - spiega la preside Fedele - portare avanti questi progetti di questo tipo, soprattutto per i giovani che ha rappresentano il futuro di questo Paese».  Alla giornata ha presenziato anche il sindaco Antonio Terra, che ha approfittato della visita anche per visitare la scuola di Campoverde che recentemente è stata ristrutturata.