Momenti concitati oggi all'interno dell'azienda speciale di Abc che si occupa della gestione dei rifiuti per conto del Comune di Latina. Era stata indetta un assemblea dei lavoratori che, esasperati dalle mancate risposte dell'azienda, si sono riuniti in massa per poi spostarsi all'eterno degli uffici per chiedere dei chiarimenti al direttore generale Silvio Ascoli. I lavoratori hanno chiesto quando l'azienda metterà mano al problema della sicurezza sanando le condizioni igienico sanitarie dei mezzi e le norme antincendio, quando verrà ripristinato un adeguato stato degli spogliatoi e completata la fornitura delle divise estive ai dipendenti, costretti fino a qualche giorno fa a lavorare sotto temperature torride con le tute invernali. Ancora, i lavoratori hanno chiesto conto del piano industriale, della revisione dei carichi di lavoro e dei livelli e hanno sollecitato l'azienda rispetto alla stabilizzazione, tramite concorso pubblico a tempo indeterminato, dei lavoratori attualmente impiegati con contratto a scadenza. A fine assemblea, convocata dalla sigle Ugl e Filas, è stato redatto un documento ufficiale di protesta e da domani i dipendenti di Abc si dicono pronti a attuare le normative di legge in merito alla sicurezza sia sui mezzi che all'interno dell'autoparco.