La forza di non arrendersi, di non abbattersi dopo un colpo durissimo. E' iniziato il lungo percorso di riabilitazione di Daniele Terenzi, 31 anni di Nettuno, vittima di un gravissimo incidente stradale in cui ha perso la gamba sinistra. Era il 16 ottobre scorso quando, intorno alle 7.15, sulla via Palombaerese a Colleverde di Guidonia, la vita di Daniele cambiò. Di ritorno da un turno, l'infermiere della Croce Blu, a bordo della sua moto Triumph 700, è stato colpito da una Citroen C1 con a bordo due ragazzi classe 1994. L'impatto è stato violentissimo, con il centauro che è stato disarcionato. Sul posto sono accorsi immediatamente i sanitari del 118 e gli agenti della Polizia locale di Guidonia. Le condizioni del 30enne nettunese sono apparse da subito serissima, per questo è stato deciso di chiamare l'eliambulanza che lo ha trasportato all'ospedale Umberto I di Roma dove è stato ricoverato in prognosi riservata. I due ragazzi a bordo della Citroen sono rimasti sul posto fino all'arrivo dei sanitari e al guidatore è stato contestato il reato di lesioni stradali.
Oggi Daniele ha iniziato il suo percorso di riabilitazione ed ha lanciato una raccolta fondi per acquistare una protesi per la sua gamba del costo di 82mila euro. Il servizio sanitario nazionale "passa" una protesi per i casi come Daniele, ma si tratta di un modello base, che non permette l'articolazione della gamba e ha un effetto meno brillante della protesi ottimale che però ha un costo davvero proibitivo. Se ad affrontarlo è una sola persona o una sola famiglia. E' invece un traguardo alla portata se a contribuire saranno dei cittadini generosi. Ognuno secondo le proprie possibilità può dare un contributo a partire da 20 euro fino a quanto si può e si vuole. In tanti hanno già sposato la campagna di Daniele, come il Rivazzurra Beach che ha deciso di promuovere il suo appello sulla propria pagina Fb. In 3 giorni già 64 persone hanno fatto una donazione per Daniele che ha raccolto poco più di 1900 euro. Un buon inizio ma la strada è lunga. «Spero in una piccola donazione per poter tornare a camminare di nuovo», fa sapere Daniele.
L'Iban per le donazioni è: IT86G0200839000000400445310.