Delle volte basta dare il buon esempio per contrastare l'inciviltà e le cattive abitudini. Ne sono convinti i ragazzi dell'associazione sportiva "Shaka Wind Circe", che – da sempre attenti al decoro della spiaggia in cui praticano windsurf – hanno deciso di dar vita a una nuova iniziativa. Un'idea semplice, ma che si sta rivelando efficace.
«Mare e Sport, una spiaggia senza cicche». Così recita il cartello, ben visibile, posizionato all'ingresso dell'arenile. Attaccati al legno ci sono dei gusci di noce di cocco che possono essere gratuitamente presi per utilizzarli come posacenere per tutto il tempo che si trascorre in spiaggia; poi devono essere riposizionati lì per far sì che vengano utilizzati anche da altri.
L'iniziativa ha riscosso successo e apprezzamento. C'è anche chi ha deciso di rimboccarsi le maniche ripulendo alcuni tratti di spiaggia in cui qualcuno aveva pensato bene di lasciare le cicche sulla sabbia.
Questa pensata delle noci di cocco da lasciare ai bagnanti non è che l'ultima idea dell'associazione per quanto riguarda la tutela dell'ambiente e in particolare della spiaggia. Nel mese di maggio, per restare nell'anno in corso, i soci si sono rimboccati le maniche e hanno ripulito un bel tratto di arenile dai rifiuti che erano stati gettati lì o vi erano arrivati per le maree. Chiaramente è stato trovato di tutto, ma principalmente materiale plastico.
Ora, con questa nuovo progetto semplice ed efficace, si punta a raggiungere due obiettivi. Da una parte, chiaramente, quello di tenere più pulita la spiaggia; dall'altra, invece, quello di sensibilizzare i bagnanti sui temi della tutela ambientale e del decoro.