Recuperare piccoli reperti, che come tasselli di un mosaico contribuiscono a comporre il quadro d'insieme di una storia più grande. Come quella delle guerre mondiali che hanno visto anche i nostri territori teatro di atroci battaglie e di innumerevoli operazioni militari. Operazioni contrassegnate da tante piccole storie, quelle dei soldati, degli uomini e delle donne protagonisti di quegli anni difficili. Raccogliere questi reperti, catalogarli, tramandarli e, se possibile, recapitarli ai legittimi proprietari, più spesso ai loro famigliari, è il compito di tante associazioni dedite a questo impegno: una di queste è l'associazione Ricercatori Militaria Priverno. Ad inizio luglio, l'associazione presieduta da Luigi Lanzaro, grazie alla collaborazione di altri sodalizi similari sparsi sul territorio, ha portato a termine la consegna di una piastrina. Il Gruppo Ricerche Storiche, contattato proprio da Luigi Lanzaro, ha fatto ricorso alla banca dati del Comune di Acireale per risalire al proprietario del cimelio ritrovato ad inizio anno da Fernando Nardelli, componente dei Ricercatori Militaria, in territorio di Priverno.
Il Comune ha fornito l'indirizzo di una delle figlie del soldato il cui nome era impresso nella targhetta. I tentativi di contatto sono però andati male ma tra le varie ricerche internet è spuntato fuori Seby Pittera, personaggio chiave per il lieto fine della vicenda. Proprio Pittera ha effettuato la restituzione a casa dei parenti dell'aviatore Sebastiano Musmeci, classe 1922. Nei giorni scorsi invece è stata riconsegnata alla famiglia del militare bersagliere Andrea Fantozzi, classe 1898, nato a Priverno, il piastrino di riconoscimento smarrito nel dopoguerra tra il 1960-1970 nel bosco tra San Martino e Fossanova e ritrovato da Luigi Ventre in una ricerca sul territorio. Ad effettuare la consegna, al nipote Arcangelo Fantozzi, è stato il presidente di Militaria in persona Luigi Lanzaro. La distanza di due generazioni ha reso particolarmente laboriosa la ricerca delle parentele per arrivare a restituire il cimelio agli aventi diritto.