Undici scuole chiuse a Sabaudia oggi e domani e ancora una grossa incognita per almeno due plessi a Latina, la scuola materna di via Pasubio dell'Istituto comprensivo Giovanni Cena, e la scuola di via Bachelet, entrambe alle prese con problemi alla rete idrica. Si allunga la lista dei problemi delle scuole pontine alle prese con un avvio d'anno critico: strutture datate e mai al centro di una programmazione concreta e costante lungo gli anni giocano sempre a sfavore della popolazione scolastica, alle prese con disagi e chiusure. Dopo il caso dei forti odori nelle scuole a seguito della sanificazione delle aule, il Comune di Sabaudia con il sindaco Giada Gervasi ieri ha emesso una nuova ordinanza di chiusura dei plessi scolastici appartenenti agli istituti compresivi Giulio Cesare e Cencelli a Sabaudia per oggi, martedì 17 per e mercoledì 18 settembre 2019, salvo ulteriori provvedimenti».  Undici i plessi tra Sabaudia, Borgo Vodice e San Donato che resteranno chiusi per permettere di verificare che l'aria non sia ancora contaminata. Lo stop è legato all'attesa delle risposte delle analisi di laboratorio perché dopo i sopralluoghi di Asl e Arpa Lazio  bisognerà capire se l'uso dei disinfettanti finiti sotto osservazione non siano dannosi per la salute dei ragazzi.
Si cambia città, ma i disagi non mancano: a Latina nella scuola materna di via Pasubio ieri i piccoli hanno trovato un'amara sorpresa: la scuola era senza acqua a causa di problemi insorti alla linea idrica da alcuni giorni. Cosa sia accaduto e come mai nessun abbia verificato il guasto è quello che sta accertando il Comune di Latina che ha anche appurato come nel plesso mancasse, in questi ultimi giorni, il personale Ata. Lo stesso problema con l'acqua si è verificato nella scuola di via Bachelet ma in questo caso i bambini sono entrati, mentre in via Pasubio le mamme hanno riportato i figli a casa. «Domani le ditte saranno lì a verificare l'entità del guasto – spiega l'assessore al decoro Emilio Ranieri – nessuno della scuola ci aveva segnalato questo problema». Procedono spediti invece i lavori sugli intonaci pericolanti alla secondaria di primo grado Aldo Manuzio e secondo l'assessore quattro aule saranno pronte entro la fine di questa settimana mentre per le altre cinque ci vorrà probabilmente un'altra settimana ancora. Entro fine mese tutte le nove classi della scuola media Manuzio dovrebbero quindi poter rientrare in classe e smettere i turni pomeridiani che si stanno svolgendo alla primaria Camillo Caetani. Molte famiglie si sono lamentate in questi giorni per il disagio dei turni pomeridiani, una situazione che sta incidendo sull'attenzione dei ragazzi e anche sulla possibilità di svolgere attività extrascolastiche.