Mentre la maggioranza di Lbc che governa la città da mesi si occupa esclusivamente di trovare un accordo per le poltrone con il Partito Democratica - preoccupata com'è di affrontare prima o poi il giudizio delle urne e dei cittadini di Latina - la Lega si conferma partito attivo per la gente e tra le gente. La Lega è nata dal popolo e con il popolo della città capoluogo, delle periferie e dei borghi sta iniziando a progettare la rinascita di Latina, dopo gli anni di decrescita infelice e sciatteria mostrata da questa amministrazione. In questo quadro di ascolto dei territori, il coordinatore comunale del partito di Salvini, Armando Valiani, ha incontrato lo scorso 2 ottobre i cittadini di Borgo Piave. Un'assemblea davvero molto partecipata organizzata grazie all'interessamento della dottoressa Assunta Gneo, dove insieme ai residenti di Borgo Piave si è fatto il punto sui problemi del Borgo e del territorio limitrofo dove tante famiglie vivono ogni giorno continui disagi.

Durante l'incontro il coordinatore comunale di Latina, ha analizzato a grandi linee come intende costruire insieme ai militanti l' attività politica del partito sul territorio di Latina e al tempo stesso come vuole definire insieme ai cittadini, e attraverso la loro partecipazione, il programma della Lega in previsione delle prossime elezioni comunali.

La prima questione affrontata nell'assemblea di borgo Piave è stata quella relativa alla viabilità, fondamentale per la sicurezza ma anche e soprattutto per ridare slancio al territorio del borgo e del capoluogo pontino. Non a caso a Borgo Piave insiste la presenza del più importante parco acquatico del centro Italia che, come tutte le attività imprenditoriali della nostra città rischiano di rimanere soffocate dalla mancanza di un'adeguata viabilità verso la rete autostradale nazionale. In secondo luogo si è affrontato il tema dei siti dismessi, dall'ecomostro della ex Pozzi Ginori fino alla ex Fulgorcavi, oggi finalmente in fase di bonifica.
«La viabilità, la Rigenerazione Urbana, per alcuni edifici mai completati – ha spiegato Valiani – sono priorità per il nostro partito. Borgo Piave è l'ingresso principale di Latina e dovrebbe rappresentare il suo più bel biglietto da visita per promuovere la nostra intera comunità. Un'altra delle potenzialità non sfruttate di questo nostro borgo è poi l'Istituto agrario che può e deve rappresentare un ulteriore volano economico e sociale per questa terra. Risolvere, dunque, i problemi di uno dei borghi più importanti di Latina diventa prioritario per chi governerà la città. Voglio ricordare poi che oggi la comunità del Borgo è divisa dalla Pontina e se non viene messo in campo un piano di sviluppo serio, oltre a realizzare la nuova Roma-Latina, questa servitù continuerà a gravare pesantemente sugli abitanti del borgo. La campagna elettorale è finita da tempo e purtroppo l'amministrazione di Lbc e del sindaco Coletta che doveva iniziare a progettare un rilancio dei borghi si è preoccupata solo di installare qualche tombino all' entrate delle scuole causando esclusivamente un pericolo per i cittadini e ulteriori disagi per il traffico.
Noi della Lega - ha concluso Valiani - siamo pronti ad ascoltare tutti, ma consapevoli che nel nostro movimento e nel nostro partito si entra per portare un contributo di idee e di valori. Passaggi elettorali fini a se stessi non ci interessano se non saranno a vantaggio di tutta la comunità della Lega, di Latina e della sua gente»