L'intera opera letteraria di Stanislao Nievo da oggi è parte integrante del fondo storico della biblioteca comunale "Feliciano Iannella" di Sabaudia, grazie alla donazione effettuata dalla Fondazione Ippolito e Stanislao Nievo e depositata ufficialmente nella mattinata di ieri nell'ambito della presentazione degli atti delle Giornate di Studio 2018 "Stanislao Nievo scrittore- giornalista e il giornalismo degli scrittori" e della inaugurazione della mostra dal titolo "Stanislao Nievo Fotografo. Ritratti, natura, civiltà". 


I fruitori della biblioteca e gli studenti delle scuole di Sabaudia, avranno così a loro disposizione tutta la produzione letteraria dello scrittore, legato da un sentimento di stima e affetto alla città e alla sua comunità. 


All'evento, al quale hanno preso parte alcune classi del Liceo Marconi, hanno partecipato la signora Consuelo Artelli Nievo, presidente della Fondazione Nievo e moglie di Stanislao, la dottoressa Mariarosa Santiloni, segretario generale della Fondazione Nievo, e i professori universitari Angelo Favaro e Rino Caputo. A far gli onori di casa il sindaco Giada Gervasi, il consigliere con delega ai percorsi culturali Francesca Avagliano e Ilaria Pallocchini, presidente dell'associazione Sabaudia Culturando, promotrice dell'iniziativa insieme all'Amministrazione comunale e alla Fondazione Nievo. 


"La donazione dell'opera di Nievo impreziosisce ancor di più il fondo storico e il catalogo della biblioteca comunale e contribuisce a rinsaldare il rapporto che i grandi scrittori del Novecento hanno avuto con Sabaudia e la sua comunità – ha commentato il sindaco – Ringrazio la Fondazione Nievo per questo importante dono e per l'attenzione che sempre riserva alla nostra città e l'associazione Sabaudia Culturando per l'organizzazione dell'evento. Un sentito grazie anche al consigliere comunale Francesca Avagliano e al caposettore Sara Macera per l'impegno profuso nella promozione della cultura nelle sue diverse declinazioni". 


La mostra "Stanislao Nievo Fotografo. Ritratti, natura, civiltà" è visitabile, ad ingresso gratuito, fino al prossimo 21 gennaio.