«E' nostra intenzione promuovere lo sviluppo turistico del territorio. Abbiamo quindi deciso, per quest'anno, di sostenere le imprese balneari. Torvajanica ha un grande potenziale ed è nostra volontà indirizzare e sostenere lo sviluppo del nostro litorale, con l'obiettivo di aumentare la vivibilità per i tanti residenti e massimizzare le presenze turistiche». Queste le parole del vicesindaco di Pomezia Simona Morcellini dopo l'annuncio del contributo a fondo perduto, fino a un massimo di 50mila euro, riservato ai gestori delle aree demaniali marittime. Una deliberazione della Giunta comunale che, per il secondo anno di fila, ha deciso di sostenere concretamente le piccole e medie imprese del territorio con l'obiettivo di promuovere lo sviluppo economico e sociale della comunità locale, il diritto al lavoro e l'accrescimento delle capacità professionali.
Se nel 2019 il finanziamento è stato destinato alle strutture ricettive - si sottolinea in una nota - nel 2020 il contributo è dedicato ai gestori delle imprese balneari. Annualmente, infatti, ne viene scelta una tra le cinque categorie impenditoriali individuate per la concessione del fondo: strutture ricettive; gestori di aree demaniali marittime; commercianti di Pomezia; commercianti di Torvajanica; piccole e medie imprese varie.
«Il bando - ha detto il sindaco Adriano Zuccalà - vuole favorire, con azioni concrete, il tessuto imprenditoriale locale, sostenendo le aziende storiche del territorio che costituiscono una preziosa risorsa per la nostra città. Vogliamo incoraggiare le imprese a fare rete premiando la realizzazione di progetti comuni».