"Pronti a riaprire il reparto di Malattie Infettive al Monsignor Di Liegro". A dirlo è il sindaco di Gaeta, Cosmo Mitrano, che con un post sul suo profilo Facebook comunica ai cittadini di tutta la provincia e della sua città l'importante notizia.

"Non è facile descrivervi la sensazione che ho provato quando mi sono recato presso il reparto di malattie infettive che sarà operativo dalla prossima settimana presso l'ex ospedale "Mons. Di Liegro" di Gaeta - ha scritto il sindaco - Passo dopo passo, mentre entravo in quelle stanze, nuove ed accoglienti, si rafforzava in me la convinzione che abbiamo raggiunto un risultato importantissimo non solo per la nostra città, ma per tutto il Golfo di Gaeta . Ma quello che mi ha toccato particolarmente e chi mi ha fatto battere il cuore è stato guardare medici, infermieri, amministrativi, portantini tutti a lavorare senza ruoli e senza gradi, ma tutti impegnati per riaprire il prima possibile. Siete grandi! Grazie da tutto il golfo di Gaeta. La speranza, ovviamente, è che quelle 12 stanze resteranno vuote, che non ci siano ulteriori contagiati, ma da oggi abbiamo la certezza che anche il nostro territorio è pronto a fare la sua parte andando ad accogliere, qualora ce ne fosse bisogno, quei pazienti colpiti da un virus che sconfiggeremo. Ce la faremo, ne sono convinto. Proprio in questi momenti di sconforto, frastornati da un cambiamento epocale delle nostre abitudini quotidiane, che dobbiamo dare il meglio di noi, mantenere la calma e continuare a fare il nostro dovere. Tutti abbiamo paura, ma come dico sempre dobbiamo governare l'emergenza Coronavirus, non subirla. Noi ci stiamo mettendo il nostro, ognuno ci sta mettendo il suo e l'apertura del reparto di malattie infettive al "Mons. Di Liegro" è un risultato concreto e fondamentale per fronteggiare l'emergenza Coronavirus nel basso Lazio. Quando c'è la volontà anche in Italia si attuano interventi importanti ed in tempi rapidi, questa è l'Italia che sognamo, questa è l'Italia che vogliamo. Per questo ancora una volta voglio ringraziare il Direttore Generale dell'Asl di Latina Giorgio Casati per aver supportato la richiesta, condivisa da tutti i cittadini del Golfo di Gaeta e che in poco tempo ha trovato una pronta risposta. Insieme ne usciremo più forti di prima!".