Seppure il Governo abbia dato in qualche modo il via libera ai bagni in mare già da qualche giorno e abbia deciso di consentire di "allentare la presa" su alcune situazioni a partire dal 4 maggio, da Ostia al confine con Latina non si potrà comunque entrare nei parchi e andare in spiaggia. Lo hanno stabilito questa mattina i sindaci dei quattro Comuni costieri a sud della Capitale, ossia di Pomezia, Ardea, Anzio e Nettuno, insieme al presidente del X Municipio di Roma Capitale, cioè di Ostia: nessuno potrà andare al mare oppure frequentare le aree verdi almeno fino al 18 maggio.

Il briefing, che avviene in modo settimanale, ha visto i sindaci concordi nel firmare nuove ordinanze già da domani per vietare gli accessi sull'arenile e nei parchi: questo al fine di evitare assembramenti o altri tipi di problematiche, vista la difficoltà di controllo che in queste zone potrebbe esserci nei giorni a venire. A quanto pare, comunque, i sindaci hanno concordato di chiedere un incontro con la Regione Lazio per capire come affrontare soprattutto la questione degli accessi in spiaggia: al momento, infatti, non è chiaro come dovrà avvenire la gestione della stagione balneare.