E' laureato in veterinaria ma anche se è stato cancellato dall'albo della Provincia di Latina, continua ad esercitare la professione. E' questa l'accusa contestata nei confronti di un veterinario indagato a piede libero dalla Procura di Latina nell'ambito di una inchiesta condotta dei carabinieri del Nas di Latina dove viene ipotizzata la violazione dell' articolo 648: l'esercizio abusivo della professione. Il professionista anche se ha i titoli e lavora da molti anni e ha una lunga e provata esperienza con molti clienti, a causa della cancellazione dell'albo a quanto pare per morosità non può esercitare ma lui ha continuato.
Era stata la Procura a chiedere il sequestro. Secondo gli accertamenti condotti dal personale dei carabinieri del Ministero della Salute è emerso che in occasione di un controllo il professionista esercitava l'attività.