Lo aveva seguito anche in chiesa, in un negozio nel centro di Latina o quando lui andava a fare la spesa. Una pensionata di 75 anni, residente a Latina, è stata rinviata a giudizio dal giudice per l'udienza preliminare Giuseppe Cario per stalking nei confronti dell'ex coniuge: un 79enne da cui si era separata da cinque anni. La vittima - secondo quanto ipotizzato - aveva riportato un forte stato di ansia ed era stata costretta a cambiare le sue abitudini di vita. Il magistrato - al termine della camera di consiglio - ha accolto la richiesta presentata dal pubblico ministero Valerio De Luca che in aula ha ricostruito i fatti e le condotte della donna che perseguitava l'uomo. Pochi mesi fa, lo scorso settembre, era stato il giudice per le indagini preliminari Mario La Rosa ad emettere un divieto di avvicinamento sulla scorta degli elementi raccolti dagli investigatori e in base alla denuncia presentata dall'uomo che aveva deciso di rivolgersi alle forze dell'ordine e chiedere in questo modo l'esercizio dell'azione penale.
Il via al processo con la prima udienza è fissato per il prossimo 7 luglio davanti al giudice monocratico Francesco Valentini. L'imputata è difesa dagli avvocati Luigi Pescuma e Alessio Milani mentre l'uomo si è costituito parte civile ed è rappresentato dall'avvocato Fabio Rossi.