Il Comune di Ardea dà parere favorevole al progetto Paguro, relativo alla bonifica dell'area di via Savuto in località La Cogna di Aprilia, avanzata da parte della società omonima. Il fine ultimo del progetto è quello di creare una discarica nel territorio di confine tra Ardea e Aprilia.

"Una decisione molto grave", dichiara il gruppo di Ardea Domani, soprattutto perché presa a ridosso della scadenza elettorale.

"Il sito dista 5km dalla Rocca di Ardea e 2,5km dalle prime case di Tor San Lorenzo, a poca distanza dai Giardini della Landriana, uno dei siti più belli e importanti della nostra Città. La nuova discarica, dunque, coinvolgerebbe la nostra Città in modo importante. Il Progetto inoltre prevede chiaramente la bonifica di un sito inquinato, finalizzata all'avvio di una discarica. Quindi salvo puntualizzazioni, che nel documento non ci sono, dicendo sì alla bonifica, l'attuale amministrazione comunale ha detto "Sì" alla discarica. Il sito presenta diverse criticità evidenziate da tutti i soggetti coinvolti nelle precedenti Conferenze dei Servizi, anche dallo stesso Comune di Ardea. Ci preoccupa molto la vicinanza al centro abitato e ai fossi che poi sfociano nel nostro mare. Dire "sì" significa (anche) arrendersi ad un mare non più utilizzabile come risorsa ambientale, economica e turistica".

"Stiamo monitorando tutti gli aggiornamenti sulla notizia appena pervenuta – commenta il portavoce di Ardea Domani, Luca Vita – ma allo stesso tempo ci chiediamo: dove sono finite le forze di opposizione e la loro attività di controllo? Visto il loro assordante silenzio, chiediamo noi al Sindaco Mario Savarese di spiegare, in consiglio comunale, il perché di questa decisione, che non solo non persegue l'interesse della Città, ma è in palese contraddizione anche con le posizioni espresse nelle ultime conferenze dei servizi dall'Assessore Modica e dalla sua maggioranza".