Blitz degli agenti del locale commissariato di polizia, questa mattina, nei Comuni di Anzio e Nettuno. Quattro le persone arrestate, su ordinanza del gip del Tribunale di Velletri, con l'accusa di ricevere tangenti in cambio della cittadinanza a migliaia di cittadini brasiliani.

Come riportato da La Repubblica, i due Comuni del litorale vengono nuovamente scossi da questa nuova operazione, mentre le Commissioni di accesso del Prefetto Piantedosi sono al lavoro per valutare l'eventuale scioglimento dei Consigli dopo l'operazione Tritone che ha fatto emergere presunte infiltrazioni mafiose. 

In questa operazione, finiscono ai domiciliari funzionaria dell'ufficio Anagrafe di Nettuno, la responsabile di un Caf del posto e due mediatori culturali brasiliani. Avvisi di garanzia, invece, per la responsabile dell'ufficio dello Stato Civile del Comune di Anzio e ad un'avvocatessa di Roma, entrambe già arrestate nel febbraio del 2021 con l'accusa di corruzione, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.