La vicenda legata ai 706 ettari delle Salzare continua a tenere banco nella città di Ardea. Nella giornata di martedì, infatti, il Comune ha incaricato l'avvocato Elena Provenzani di Roma per la difesa degli interessi dell'ente innanzi al Tar del Lazio - sedi di Roma e Latina -, Tribunale a cui ha fatto ricorso la società "La Fossa srl", citando sia il municipio che l'Agenzia del Demanio.
Motivo del contendere è la delibera di Consiglio comunale numero 114 del 30 novembre 2016, attraverso cui l'assise civica autorizzava il sindaco pro tempore (Luca Di Fiori, ndr) alla formalizzazione della domanda di attribuzione a titolo non oneroso dei beni di proprietà dello Stato in località "Le Salzare": la società in questione chiede al Tar l'annullamento di quell'atto ma anche di tutti gli altri documenti connessi e coordinati. Di conseguenza, non è escluso che il ricorso possa interessare anche l'accordo di cessione delle aree dal Demanio al Comune, che vede quest'ultimo ente farsi carico anche delle eventuali pendenze giudiziarie in corso.