Hanno sfilato diversi testimoni in Tribunale a Latina nel processo che vede sul banco degli imputati con l'accusa di evasione fiscale Tiziano Ferro. L'udienza si è celebrata davanti al giudice monocratico Giorgia Castriota e nel corso del processo ha parlato il commercialista della popstar Giuseppe Di Rubbo e poi il papà di Tiziano Ferro, il manager e l'assistente. La difesa punta a dimostrare che il trasferimento all'estero e in Inghilterra era reale e non dettato dalla volontà di non voler pagare le tasse in Italia. Una tesi su cui il collegio difensivo ha sempre puntato anche in sede di indagini preliminari. Nel dibattimento è emerso che Tzn si era anche trasferito in Messico prima di stabilirsi in Inghilterra. La presunta evasione fiscale accertata dal 2006 al 2008 ammonta a quattro milioni di euro. Il processo riprenderà il 20 luglio.