Un sovraffollamento di 1.015 detenuti considerato che n. 6.250 risultano essere i detenuti reclusi nei 14 Istituti del Lazio, dato 31 luglio 2017, rispetto ad una capienza regolamentare di detenuti prevista di n. 5.235. L'allarme è lanciato dalla Cisl. A preoccupare il sovraffollamento negli istituti di: Viterbo (+179) ; CC Cassino (+97); CC Frosinone (+57); CC Latina (+ 63), NC Civitavecchia (+87); CCF Rebibbia ( +80); NC Rebibbia ( + 248); CC Regina Coeli (+290); Velletri (+164); NC Rieti( +90).
Allarmante risulta quello riferito al carcere di Latina ( dove più alto è il sovraffollamento in una tabella a livello nazionale si trova tra i 20 istituti più affollati), Cassino, Regina Coeli , Viterbo e Velletri . Nelle tabelle i dati inerente Detenuti presenti e capienza regolamentare degli istituti penitenziari; Detenuti presenti per posizione giuridica; Detenute madri con figli al seguito presenti. Per il caso di Latina sono presenti 141 detenuti (di cui 29 donne e 37 stranieri), esattamente il doppio della capienza totale.