Hanno scelto il modo sicuramente peggiore e più deprecabile per passare il loro tempo, i giovani che si pensano essere stati gli autori degli atti vandalici che hanno danneggiato le vetture del servizio veterinario della Asl di Priverno, parcheggiate nel piazzale antistante la struttura di San Lorenzo. Ignoti infatti, nella nottata tra sabato e domenica, hanno deciso di prendersela con i veicoli parcheggiati lì, come ogni fine settimana, dal venerdì pomeriggio. Delle tre Fiat Panda posteggiate, una accanto all'altra, ne hanno trovata una con le portiere aperte (non sono visibili infatti segni di infrazione) e hanno deciso bene di scarrozzarla di qui e di là sul piazzale deserto e senza controllo, fin quando, sempre a spinta (non c'erano le chiavi nel quadro di avviamento che non risultava neanche per nulla manomesso per un'accensione fai da te), l'hano indirizzata contro un albero all'intenro di una delle aiuole presenti. L'impatto, probabilmente fragoroso, ha danneggiato visibilmente l'autovettura nella parte posteriore, infliggendole danni al portellone, al paraurti e al gruppo ottico di destra. Ad accorgersi del danno, al mattino, sono stati i residenti che passando, hanno notato l'auto addsso all'abero anzichè nel suo posteggio abituale. Purtroppo, da quanto appreso, non è la prima olta che le vettue della ASL vengono prese di mirada atti vandalici. Già in passato, ripetutamente, avevano subito danni ai tergicristalli, alle ruote, alle carrozzerie. La situazione, seppure segnalata, non è stata però fronteggiata. La zona intorno al complesso che, oltre al servizio veterinario della ASL ospita anche la Croce Rossa, la scula elementare, il Centro Zag e il Consiglio dei Giovani, la notte è completamente priva di controlli e barriere. Il ancello che ne delimita il piazzale, troppo spesso è aperto e l'intero complesso risulta incustodito. Unici presidi di zona sono il bar lì accanto che però chiude la sera, e il campo sportivo che però, dopo i dissidi tra la locale ocietà sportva e l'Amministrazione per una qustione di voltura delle utenze, è ormai abbandonato da mesi. Il risultato è erbacce alte ovunque, sporcizia qua e la, graffiti sui muri.