Nella mattinata odierna la Polizia di Latina ha eseguito le operazioni di sgombero e restituzione al legittimo proprietario di nr. 14 immobili ubicati nel capoluogo in via Bruxelles, nel complesso residenziale noto come "Colosseo" di proprietà dell'INPS. Tale attività di contrasto al fenomeno delle occupazioni abusive di immobili, è stata decisa in Prefettura in sede di Comitato per l'Ordine e Sicurezza Pubblica, così come recentemente sollecitato dalle direttive del Ministero dell'Interno, mirate al ripristino della legalità e al recupero delle aree degradate dei centri urbani. Le operazioni si sono svolte in sinergia con altre forze di Polizia, Polizia Locale, Arma dei Carabinieri, Vigili del Fuoco e Servizi Sociali del Comune, presso l'enorme costruzione edilizia composta da 14 scale (dalla A alla P) alta otto piani, di cui, il primo e secondo piano, destinati ad uso ufficio, i restanti piani destinati ad uso abitativo.

Nel corso degli anni, buona parte degli stabili ad uso ufficio sono stati illegittimamente occupati da famiglie e/o da singoli individui, alcuni dei quali con precedenti penali e di polizia, che ne hanno altresì trasformato la conformazione interna, mediante lavori edilizi abusivi, al fine di renderli abitabili; alcune unità sono state trovate prive di occupanti. In particolare sono stati eseguiti 14 sequestri da parte della P.G. operante, con il contestuale deferimento all'Autorità giudiziaria di  10 persone. In totale hanno lasciato gli stabili, 13 occupanti, tre dei quali minori: nessuno di essi ha fatto ricorso alle soluzioni di sostegno offerte dai Servizi Sociali del Comune di Latina, presenti sul posto. Sono state recuperate sei bombole del gas, che venivano utilizzate all'interno degli uffici per uso cucina; sono stati altresì rilevati numerosi allacci di fortuna alla rete elettrica.

Un'operazione interforze è scattata all'alba di oggi per le prime operazioni di sgombero di uffici e appartamenti ex Inpdap occupati abusivamente nel condominio "Colosseo" di viale Bruxelles a Latina. A distanza di tre anni dal primo censimento degli inquilini irregolari si è dovuto ricorrere infatti alla forza pubblica per liberare più di 20 immobili. Con l'intervento di polizia, carabinieri e guardia di finanza intervenuti in assetto anti sommossa per evitare disordini, la Questura ha messo in atto un piano con il Comune per le operazioni che porteranno alla riconsegna degli immobili all'Inps, ente proprietario: insieme agli agenti della Polizia Locale e con l'assistenza di servizi sociali e vigili del fuoco, sono in corso il sequestro di tre dei locali occupati e i primi sgomberi degli altri appartamenti che proseguiranno nelle prossime settimane.L'operazione è stata coordinata dal Prefetto di Latina Maria Rosa Trio. 

di: La Redazione