E' stato rimesso in libertà ed è stata accolta la richiesta presentata dal suo legale, l'avvocato Giovanni Codastefano. E' quello che ha deciso il giudice per le indagini preliminari Mario La Rosa nei confronti di O.S., queste le sue iniziali, 26enne residente a Latina accusato di aver picchiato la fidanzata. Il magistrato ha convalidato l'arresto e ha disposto nei confronti dell'indagato il divieto di avvicinamento alla ragazza e nei luoghi frequentati.  Nel corso dell'interrogatorio, l'indagato ha sostenuto che non si poteva configurare il reato di maltrattamenti in famiglia per un motivo: l'indagato non vive in casa con la vittima ma con i propri genitori e il reato quindi è quello di lesioni.  La ragazza era finita in ospedale e aveva riportato una prognosi giudicata guaribile in 30 giorni e aveva denunciato i fatti al culmine dell'ultimo episodio. Il fatto contestato era avvenuto in via Cervone a Latina a poca distanza dalla stazione delle autolinee davanti anche agli occhi di diversi automobilisti