La scia di fuoco a ridosso del campo nomadi di Castel Romano, al confine fra Roma e Pomezia, sembra non finire più.

Nel corso della notte, infatti, i vigili del fuoco del Distaccamento di Pomezia hanno lavorato per circa sei ore al fine di spegnere i diversi focolai appiccati sui rifiuti accumulati a poca distanza dalla Pontina.

E questa mattina (8 marzo 2019) sono stati costretti a intervenire di nuovo, visto il ritorno delle fiamme.

Una situazione, questa del campo rom con vista sulla Pontina, che si fa sempre più delicata, anche in tema di inquinamento ambientale e di salute della popolazione a rischio.