Aveva minacciato di morte sia la donna che la figlia nel corso dell'ennesima discussione. E' successo martedì sera poco prima delle 21 in via Carrara a Latina quando alla sala operativa del 113 è arrivata una richiesta di intervento per una aggressione. Quando i poliziotti della Squadra Volante, coordinati dal dirigente Celestino Frezza, sono arrivati sul luogo della segnalazione hanno trovato una donna di 49 anni che riferiva di essere stata minacciata qualche minuto prima dal marito che impugnava un fucile regolarmente detenuto. Sia la donna che la figlia erano molto agitate e i poliziotti nel corso della perquisizione dell'appartamento hanno trovato 5 fucili regolarmente detenuti dall'uomo.  In sede di denuncia, la donna riferiva che le minacce, gli scatti d'ira, le percosse e le violenze andavano avanti già da tempo e che a causa dei continui soprusi posti in essere dal proprio marito, viveva in uno stato di soggezione, manifestando timore e paura per la propria incolumità, e per tale motivo aveva chiesto ospitalità al proprio fratello.  L'autore dei maltrattamenti, è stato accompagnato negli uffici della Questura e  per lui è stato disposto  l'allontanamento urgente dalla casa familiare, con il divieto di avvicinarsi alla persona offesa. Nei confronti dell'uomo in via cautelativa sono stati sequestrati i cinque fucili.