Si comincia. Da qui ai prossimi tre anni, il Comune di Ardea avrà tre periti demaniali - uniti in un Raggruppamento temporaneo di professionisti - che metteranno ordine nel settore dei terreni di demanio collettivo e di quelli gravati dall'uso civico.
In particolare, come previsto dal bando per la manifestazione d'interesse, il gruppo formato dall'architetto Marta Spigarelli - che già in passato ha svolto funzioni di perito demaniale ad Ardea -, dall'agronomo Giuseppe Monaci e dall'architetto Giovanni Marchionne provvederà ad attuare una fase ricognitiva che sarà propedeutica alla verifica dello stato dei luoghi, prima di passare alla fase di sistemazione delle terre vera e propria.