Saranno discussi questa mattina a Trento, davanti ai giudici del Tribunale del Riesame, i ricorsi presentati dal collegio difensivo degli indagati coinvolti nell'inchiesta Gasoline che aveva portato alla scoperta di un giro sul diesel di frodo con ramificazioni anche in provincia di Latina dove erano state eseguite delle misure restrittive. Sul registro degli indagati erano finiti Dario Sacchetti, residente ad Aprilia, il cui ruolo, secondo il gip del Tribunale di Trento sarebbe marginale rispetto a quello degli altri indagati. Saranno discussi anche i ricorsi di diversi indagati difesi dall'avvocato Oliviero Sezzi. Nell'inchiesta era finito l'amministratore della società Ad Petroli e poi  anche il titolare di una società con base nel capoluogo pontino. L'indagine era stata condotta dalla Squadra Mobile di Trento, diretta dal dirigente Tommaso Niglio, in passato capo della Mobile di Latina.Oggi probabilmente i giudici decideranno.