Lite per la viabilità causa un investimento e si trasforma in rissa. Accade la notte scorsa in via del Porto, in pieno centro a Terracina, nelle zone della Movida, dove la polizia ha fermato tre persone che si sono rese responsabili di una rissa. Un'accesa discussione è nata per questioni legate alla viabilità. Una macchina con dei ragazzi a bordo, nel passare in una zona molto affollata, veniva fatta oggetto di provocazioni ed insulti che spingevano il giovane alla guida ad accelerare per tentare di allontanarsi velocemente dalla zona, nel farlo ha investito due persone. Il giovane si è fermato ma i due uomini travolti, sebbene feriti, lo hanno aggredito picchiandolo violentemente. Il bilancio è stato di tre feriti. L'automobilista ferito, per le botte ricevute ne avrà per 20 giorni. Le persone investite, ricorse anche loro alle cure dell'ospedale, per 10 e 15 giorni. 

A far scattare immediatamente l'intervento della polizia di Terracina, un agente libero dal servizio. Sono in corso ulteriori accertamenti della polizia che sta anche visionando le immagini di una telecamera della videosorveglianza per ricostruire i dettagli dell'episodio.

La polizia ha eseguito controlli su tutto il territorio presso i locali notturni e dell'intrattenimento giovanile. Dieci le volanti utilizzate, 15 del personale della polizia amministrativa, unitamente alle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Lazio hanno effettuato mirati controlli nel Capoluogo e nel territorio pontino in particolare nelle città di Cisterna, Terracina, Fondi, Gaeta, Formia e Priverno. 

Nel corso del servizio straordinario sono state  controllate molte attività commerciali nelle aree che, anche per la presenza di locali di intrattenimento, presentano elevati fattori di rischio quali l' aggregazione di persone che, in alcune circostanze, in un recente passato, hanno evidenziato comportamenti in spregio delle regole della buona educazione e del corretto vivere civile, con condotte in palese violazione al Codice della Strada, nonché azioni contrarie alla pubblica decenza.

In tutta la provincia sono stati controllati 24 locali commerciali e di intrattenimento ed alcuni sono risultati non in regola ed elevate conseguentemente 28 violazioni amministrative con oltre 22.000 euro di multe per violazioni del T.U.L.P.S. .