Il vaccino contro il Coronavirus sarà realizzato a Pomezia: gli studiosi della Advent Srl - ossia il comparto della Irbm di Pomezia che si occupa di vaccini - stanno lavorando insieme allo Jenner Institute dell'università di Oxford per produrre il primo lotto del vaccino e avviare una sperimentazione per provare a sconfiggere il virus che sta spaventando il mondo intero.

Il vaccino è attualmente in produzione nel Clinical Biomanufacturing Facility dell'Università di Oxforde sarà presto trasferito nei laboratori di via Pontina, a Pomezia: è qui che saranno prodotte le prime mille dosi del vaccino stesso da utilizzare per i test clinici.

Per il nuovo vaccino in corso di sperimentazione si sta utilizzando una versione non pericolosa di un adenovirus, ossia un virus che normalmente causa una comune malattia simile al raffreddore e che in questo caso è stato modificato in modo da non riprodursi all'interno dell'organismo umano.

«È entusiasmante e gratificante lavorare con lo Jenner Institute su questo complesso progetto di grande rilevanza per la comunità internazionale a causa della diffusione del nuovo Coronavirus - ha dichiarato Piero Di Lorenzo, Ceo di Advent, Ad del Consorzio Cnccs e presidente dell'Irbm -. Ancora una volta, e in particolare nel caso specifico grazie all'esperienza maturata da Advent e dal Consorzio Cnccs, impegnato nelle ricerche sui virus emergenti, il gruppo Irbm si conferma in prima linea in campo internazionale nel settore della ricerca e dello sviluppo».